4236 visitatori in 24 ore
 274 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Daniele Cortis

Protagonista di "Daniele Cortis" è un deputato cattolico che si propone la costituzione di un nuovo partito (leggi...)
€ 0,49


Considerazione dell'autore
«Il ricordo di porcellana e il soffio leggero di Hui- sheng.»
Inserita il 20/05/2013  

Giorgia Spurio

L'incensiere di porcellana

Amore
Dovrei chiederti di dimenticarmi,
figlio mai nato
Ma non riesco mentre prego al mio crocifisso
in ginocchio su questa nave dell'oblio
che mi riporterà in patria

Dovrei chiederti di amarmi,
figlio mio mai nato
E ti dono un bacio che sappia volare
sulle creste delle onde che arrivano fino alle lacrime del cielo
sugli scogli che nascondono il silenzio delle sirene
che spiano e custodiscono il cuore degli oceani,
sulle dune di rocce e carovane al passo lento del mio cavallo.

Dovrei rialzarmi e salutare
quest'Asia che mi ha amato
questo mondo che mi ha accolto
come se fossi stato re del Kathay
Ed invece piango in invisibili pianti
che soffocano i miei muscoli
mentre ogni ricordo mi porta a tua madre
che l'Asia partorì schiava
per donarla a me come principessa
che mi donava un canto senza voce
che mi amava di dolcezza
che aveva il sapore dell'Eco
che si perde fra le montagne di questo regno
che la stirpe dei Khan
volle dipingere del profumo che portai di zafferano.

Non voglio dirvi "Addio"
e mai riuscirò a pronunciare questo fetido saluto
che già la morte volle darmi nelle segrete delle ombre
quando la festa per la tua nascita
si macchiò di sangue

Anima che prende ali
e lacrima rancore dagli angeli
Eco che si fa frastuono di tempie
che vorrebbero esplodere come nubi in tempesta.
Ti persi, figlio mio,
quando quel giorno dovevi nascere
e il tuo primo ed ultimo pianto
portò via con sé
gli occhi di Sole di tua madre

Con poco il tempo divenne marito della morte
con poco il giorno di festa
divenne celebrazione di lutto
e d'ira che corrode il cuore
come funebre catena che tengo stretta alla mano
intonando preghiere
e bruciando fiori insieme ad incenso
nel braciere delle reminiscenze,
tra i cori degli spiriti e la porcellana bianca
del nostro incensiere.





Giorgia Spurio 15/12/2009 01:00| 4| 4857

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«Poesia dedicata a Gary Jennings, conosciuto anche per il suo libro"Il viaggiatore"ispirato alla vita di Marco Polo. Secondo la leggenda Marco Polo durante la sua visita in Oriente si innamorò di una serva che si chiamava Hui- sheng (nome che significa Eco).Era una schiava resa sordomuta ma aveva la bellezza e la grazia di una regina. Marco Polo la scelse come "moglie".Lei rimase incinta ma al parto morirono lei e il bambino.
Si dice, sempre secondo la leggenda, che Marco Polo non si separò mai da un incensiere di porcellana. L'incensiere di porcellana apparteneva a Hui- sheng.
»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«un castello di cristallo costruito ad arte ...porta in mondo lontani a dar riminescenze di noi una favola descritta a note cristalline e trasparenti bellissima.»
Mr Magoo (15/12/2009) Modifica questo commento

«Bello lo spunto poetico. Storia a me sconosciuta, penso che leggerò presto quel libro. Una poesia piacevole anche se triste. E' la sensibilità dell'autrice che ne risalta l'amore sconfitto, con versi splendidi. La conservo nel cuore.»
El Corripio (15/12/2009) Modifica questo commento

«Poesia meravigliosa, com'è la storia che racchiude. Antiche leggende che vengono da lontano, e dopo quasi mille anni, ancora ci affascinano. L'autrice, sempre molto sapiente, riesce a dare vita a versi di rara bellezza. Poesia che conservo.»
Salvatore Ferranti (15/12/2009) Modifica questo commento

«Opera di raffinata fattura, come sempre questa poliedrica Autrice riesce a catturare ogni sfumatura in qualsiasi tema essa si cimenti, ne rimango sempre affascinata per la profondità, la soavità, la perfetta scorrevolezza con cui si snodano le sue pur lunghe Opere, che catturano il lettore in un vortice di infinite emozioni e che arrivati alla chiusa... vorresti che non fosse ancora finita!
Straordinaria anche nell'accostare i video, sempre perfettamente attinenti. Infiniti applausi»
RaggiodiSole (15/12/2009) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley profonda...molto bella. (Lanaliana)

smiley non ho parole...bellissima (DarioC 85)

smiley Sei meravigliosa come la tua poesia, BRAVISSIMA (Rosy Marchettini)
smiley Poesia molto bella... Complimenti! (Melchiorre Sergio)


Amazon Prime

Link breve Condividi:


Amore
Il Nome
Come il niente e il tutto
Senza protezione
La Veste
Quel tuo impero
Come il mare
A cercarti
E tu sei acqua, acqua tra i pensieri
Risveglio dall'Eden
Grigia
Ferma, dove è bocca di spine, dove è immobilità nel roveto
Il segreto della pioggia
E tu cerchi i suoi colori tra le pieghe
Dove non mi vedi
Dove ha fine il paradiso della terra
I fantasmi degli occhi
Di nascosto, dietro la luna
L'Attesa della Felicità
E divento sole, e poi notte
Ed eravamo
Eclissi
Ammirare il segreto
Inseguirsi
La scia
Il bouquet della pioggia
Neve che brucia
Respirare il tuo nome
Storia di due innamorati alla corte di Proserpina
Bambini
Correrai più veloce di Apollo
Promesse
Voce d'Oceanine
Il gioco delle spose, -nera
Pezza
Albino
Fuga
Aurea e magia
Tremi
L'aurora
Come luci lontane
La tua ombra
L'assenza del profumo
La linea e il suo disegnatore
Perché cade giù, la gravità dei corpi, e dentro l’anima
Spietata
I miei bambini speciali
Rosso ghiaccio
Inseguendo l’asfalto
Dal cielo e dalle mie vene
Tra le mie cravatte che porti via
Che mai sia pronunciata
Qui tra i tuoi scialli
Mani e dita, elastici e baci dimenticati
Baciar dita alle ciglia
Scura e bianca
Ma... io ti amo
I tuoi ritratti
Sulla mia mano, la tua
Come una spina
Le sue gote di porpora
Gli occhi di Dora Maar
L'addio mai scritto
Per ricordare lei
Le dita d'acqua
L'ostaggio tra le falde
Il rossore del buio
La costola del sole
In ogni angolo
Il tuo equilibrista
Evanescenza
Al di là della finestra
Salsedine e neve
Nel creare tramonti
Young's love
Mutilato
Siamo suonatori di fisarmoniche
She is red / Lei è rossa
Il tuo collo
Fuggitiva nell'ombra della rubata fuga
Il silenzio delle parole
Improvvisazione
Non c'è posto nel tuo buio
La fuga dei fantasmi
Respiro di luna
Stringer un tratteggio da cancellare
La paglia in bocca
Abbandonando ai profumi gli occhi
Solo un tuo respiro sul peplo che mi veste
Spegnimi
Al cranio dei serpenti
Hai tra i capelli ancora i miei respiri
Succhiami
Ed a te vado sospirando
Perché le margherite non sbocciano d'inverno
Se sarò statua
Bevuta a sorsi lenti
Feto di crisalide
Il talamo perpetuo
Perché la notte io possa esser seta
E si spengono gli istanti
È del mio silenzio che devi incantarti
Tra mano e ghigliottina
Ed io... ti ho vista in pianto
Terremoti nel vuoto
Solo per te
Madre
Nessuno schiaffo
Non voltarti
Tra le nuvole
Tra il tempo e la notte
Sdentato richiamo
Rubala... e sarai rapito
Al vento delle prime sere
Pasticche
Sembianza di falena
Fra unghie e palpebre
L'invocazione
La luce dei mostri
Dalla tua pelle il mio nome
Quel lontano tempo
Il tuo aroma
Petali strappati
Le ossa del paradiso
L'angelico demone
Il bacio della spia
Fumo sulle piume di brina
Il canto delle petunie
Tuttavia... i fiori sono senza voce
La Luna Partorita e le Lacrime di Ade
Chiodi alle tempie
L'ultimo sorso
È...una promessa
Disfatta
L'incensiere di porcellana
Rainbow's Hills
Chimera
"Addio", sussurro di pioggia
Ti amo... ma tanto tu non esisti
Feriscimi
I miei inferi
Amami contro ogni infedele chiacchiera
Cieca
Le preghiere delle vergini
Tradimento
E mi chiamerò Vento
Ossessione
Amami, anche questa notte
Cuore d'uomo
Sarò la tua ladra
Vertigini
Ali di neve

Tutte le poesie

Che sia Amore
"Addio", sussurro di pioggia
A cercarti
Al vento delle prime sere
Albino
E divento sole, e poi notte
Sulla mia mano, la tua
Tra le mie cravatte che porti via
Tra le nuvole
Qui tra i tuoi scialli
L'incensiere di porcellana




Premio Scrivere 2010
Il silenzio delle parole Poesia d'amore sul tema (Tu che mi ascolti)
Bucando le bufere del gelo Giovanni Paolo II ( Karol Wojtyla) (Ricco non è colui che possiede, ma colui che dà, colui che è capace di dare.)
Il vuoto della rosa Violenza sulle donne

Giorgia Spurio
 I suoi 4 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La voce ingoiata (25/08/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010)

Il racconto più letto:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010, 1246 letture)


 Le poesie di Giorgia Spurio



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it