4270 visitatori in 24 ore
 270 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Un passo nella fossa

Uno spaccato della vita nella Sicilia contadina del novecento, una storia lunga quasi un secolo nella quale si muove e (leggi...)
€ 2,99


Giorgia Spurio

L'odalisca delle nereidi

Donne
Ti attendevo come la terra
che sa che la neve
presto gelida tornerà,
così come la sabbia
non può esistere senza che acqua
dal mare non la sommerga.

Mi sono ferita con le tue cicatrici,
mi sono fatta male, già, caduta e finita
con le tue stesse ferite.

E maledico il vino, e maledico la pioggia,
ma eri come il figlio partorito dalle stagioni,
un semidio distrutto dai padri dell’olimpo,
ed io... non ero che il dipinto di lei.

E strappo le vesti alle ostriche delle coste,
e taglio la rete dove sono svenuta,
non eri che solitudine fatta uomo,
statua del guerriero più acclamato.

Volevi il bacio di lei
-ed io posai labbra, ti baciai-

Volevi il sorriso di lei
-ed io ti sorrisi, ti accarezzai-

Volevi lei
-ed io mi abbandonai-.

Me ne andai all’alba
come il sole
che la spiaggia abbandona,
mi alzai con il sangue alle mani.

Ferite, le tue sulle mie,
cicatrici, le mie alle tue,
baci... che tu amavi, da lei.

E mi maledissi,
metamorfosi di nereide,

e mi fusi al sale degli occhi,
alle sfumature marine
e al dolore,
del parto che il bambino
mi portasti via.

Madre che non aspettava che il figlio,
allucinazione di una luna
nel mezzogiorno delle sveglie città,

ed io,
io ora sono qui,
nereide incastrata nel tuo incubo,
vicina a lui... cullato dalla Terra,
nel tuo castello di rabbia,

così vicina, che potrei sfiorarlo,
così vicina, che potrei perfino spezzarmi,
piangendo come tempesta che rinvigorisce l’oceano,
così vicina a lui... che torno madre al mio bimbo
come mare alla sua sabbia.




Giorgia Spurio 21/10/2013 18:55| 3494

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


 

La bacheca della poesia:

smiley Straordinariamente dolorosa quanto bella. (Lady Rose)

smiley tragicamente.....bella.....sofferta (You Don’t Know Me)

smiley molto suggestiva (Rossi Alessio)


Amazon Prime

Link breve Condividi:


Donne
Gobba di Luna
I pantheon dei segreti
Dove non c'è un regno di ghiaccio
Tra le braccia del sole, la paglia
Madre nel sangue
Donna, il tuo nome è eco della tua anima
E se fossi anche io uno dei tuoi capelli?
Dove è il ruggir dei leoni
Bianca
Spoglia
Mute
L'odalisca delle nereidi
L'angolo degli acheni
Le maglie ruvide sul letto
Essenza
Perlacea, era celeste... il dì della sua tempesta
Non fui che amante
La giostra stonata dei carillon
Granuli d'aria
Le rose, non dimenticarle, così lei diceva
Il compleanno degli incubi
Il vuoto della rosa
Ceri di nebbia
Il proiettile
Madre mai nata
Il profumo di lei
Allo sfiorire dell'alba
Le ragnatele della voce
Di ogni lacrima ne è figlia
L'Agonia della vie en rose
La scalata dei sogni
La colpa dei martiri
Il gelo delle innocenze
Il pellegrinaggio della solitudine
La sconosciuta anima
Lebbra d'amore
La figlia che parte
Il pavimento dei sogni scalzi
Le mie ultime lacrime
Profumo di latte
Oggi piove
Baciami
Il cuore violato
Stuprata
Sposa di luna
Canuta giovinezza

Tutte le poesie

Acqua
Del mare le sue memorie di cielo nel suo dolce seno
Perlacea, era celeste... il dì della sua tempesta
Luna
Bruciava, inondando le strade
Di ogni lacrima ne è figlia
L'odalisca delle nereidi
Il compleanno degli incubi
Il morso del mare
Voci dalla marea
Rosso ghiaccio




Premio Scrivere 2010
Il silenzio delle parole Poesia d'amore sul tema (Tu che mi ascolti)
Bucando le bufere del gelo Giovanni Paolo II ( Karol Wojtyla) (Ricco non è colui che possiede, ma colui che dà, colui che è capace di dare.)
Il vuoto della rosa Violenza sulle donne

Giorgia Spurio
 I suoi 4 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La voce ingoiata (25/08/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010)

Il racconto più letto:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010, 1244 letture)


 Le poesie di Giorgia Spurio



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it