4283 visitatori in 24 ore
 238 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro



Giorgia Spurio

Giorgia Spurio

Giorgia Spurio è nata il 21/12/1986 ad Ascoli Piceno, dopo il diploma del liceo socio- psico- pedagogico, ha conseguito la laurea in Lettere presso l’Università “Carlo Bo” di Urbino. È musicista. Lavora nel sociale come educatrice. Insegna musica nelle scuole primarie e d’infanzia. Collabora con le ... (continua)


La sua poesia preferita:
Il segreto della pioggia
Dicono che le nevi si sciolgono,
dolci nenie di bianco ardore,
e cadono lungo le gambe dei pendii.

Dicono che le fate si addormentano,
dolci gli elfi di nascosto
rubano bacio all’albero dimora
e il sole si sveste di silenzio
e sposo si dona al...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Il pianoforte degli infermi
Parte il pensiero,
frammenti di lacrime estranee
a questa casa
che ingoia anime senza perché,
che ingoia bolle che l'ossigeno stringe in un bavaglio
messo alla bocca per far tacere il dolore

Madre, non chiudere quella porta,
qui sola...  leggi...

Ishtar
No, non mi lasciare.

Sarò come bimba, piccola,
che non sa ancora camminare
e senza latte –gattonando,
per vie, scale, e strade-
in cerca di quel Nero,
il nero dei tuoi occhi.

No, non camminare,
non voltandoti,...  leggi...

La voragine della pupilla
Si guardava, come di un estraneo
il viso, allo specchio,
e quel sorriso, un ghigno,
senza pensare al diavolo
che era nascosto sotto al letto.

Era in ogni dettaglio,
il buio, e le sue maschere,
un carnevale fittizio
con coriandoli tra la...  leggi...

Le ragnatele della voce
Non lo sopporto più...
quella pioggia che cade
come ghiande d'albe
che piangono all'estate

Non lo sopporto più...
quella mano che geme
trema come Aracne soffocata
fanciulla che senza voce
tesseva al respiro ricami d'oro
che...  leggi...

Disfatta
Lacrime di seta
logorano il kimono che riveste
l'anima del cuore
come sottile trasparente velo
che non sa cosa sia il cielo...
E lo tocca con un altro respiro
e lo bacia con un sospiro che non è proprio
Soffoca come un pugno allo...  leggi...

Sdentato richiamo
E dondoli la testa
come bambola di porcellana
E sbarri gli occhi
come ratto affamato
E muovi la bocca
come sdentato silenzio

E urlo
e mi muovo...
e sonnambula ti amo...

Luce che nel neon
si incastra, cristallizza come baco da seta
larva...  leggi...

Child' Silence
Fai silenzio,
vieni con me
ti porto nel mondo dei miei sogni
dove li ammazzo uno ad uno
con fili di bambole.

Sai, un giorno vidi un fantasma con le ali
Pensavo fosse un angelo
Lo vidi di schiena e toccai il suo nulla
mentre mi sorrise lacrimando...  leggi...

I passi del vento
Il nulla si sbriciola
tra le dita del vento

E il cuore cerca scale
per arrivare al tetto
dei cieli grigi e dipingerli
con i polpastrelli sporchi di tempera

Acquerelli dall'odore di zagare e aranci
impressionistici dipinti
dove gli...  leggi...

La sommossa delle bocche imbavagliate
Passo di lepre
correndo come volpe
stanando tane dalle trappole

E l'estasi del peccato
non perdona
come sifilide che coglie
il malcapitato
lì derubato
dai corvi come spaventapasseri

Non inchinarti al canto delle ninfee
arpie...  leggi...

L'ultimo sorso
Se ti chiedessi di rubarmi l'ombra?
e poi di cucirla al muro?

Se mi avvicinassi per sussurrarti il mio nome?
e poi di bere la mia memoria?

Se ti chiedessi di toccarmi?
e poi di posare la mia anima senza più voce?
come rosa dove macchie...  leggi...

Sarò la tua ladra
Leccherò le tue lacrime
Ucciderò i tuoi fantasmi

Voglio esser tua
Baciami, corrodimi ogni sentimento
E di te mi basta il silenzio

Leccherò le tue piaghe e i tuoi pianti
Leccherò le tue solitudini e le tue...  leggi...

Stuprata
Rose di sangue
dai tramonti delle comete

Stelle piangono
parole che dipingono le mani

Donne, coperte dal loro velo
Bambine, sfregiato hanno il seno acerbo

Il padre bestemmia la sua rabbia
Iraconda bellezza, la moglie sfida il buio delle...  leggi...

Giorgia Spurio

Giorgia Spurio
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Il segreto della pioggia (05/06/2016)

La prima poesia pubblicata:
 
Impazzisci, uomo! (13/08/2009)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Il cuore ovale (17/06/2018)

Giorgia Spurio vi consiglia:
 Perché le margherite non sbocciano d'inverno (09/06/2010)
 L'angolo degli acheni (21/09/2013)
 Il morso del mare (13/02/2010)

La poesia più letta:
 
Magnolie incatenate (30/12/2009, 18589 letture)

Giorgia Spurio ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giorgia Spurio!

Leggi i segnalibri pubblici di Giorgia Spurio

Leggi i 1090 commenti di Giorgia Spurio


Leggi i racconti di Giorgia Spurio

Le raccolte di poesie di Giorgia Spurio

Giorgia Spurio su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 15/03/2011
 il giorno 09/11/2010
 il giorno 19/06/2010
 il giorno 28/01/2010

Autore della settimana
 settimana dal 10/11/2009 al 16/11/2009.

Autore del mese
 il mese 01/08/2011

Giorgia Spurio
ti consiglia questi autori:
 Stefano Canepa
El Corripio
You Don’t Know Me

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giorgia Spurio? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giorgia Spurio in rete:
Invia un messaggio privato a Giorgia Spurio.


Giorgia Spurio pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Canti

Giacomo Leopardi è ritenuto il maggior poeta dell’Ottocento italiano e una delle più importanti figure della letteratura (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Considerazione dell'autore
«... un bacio ai bambini...»
Inserita il 21/01/2011  

Giorgia Spurio

Child' Silence Sociale
Fai silenzio,
vieni con me
ti porto nel mondo dei miei sogni
dove li ammazzo uno ad uno
con fili di bambole.

Sai, un giorno vidi un fantasma con le ali
Pensavo fosse un angelo
Lo vidi di schiena e toccai il suo nulla
mentre mi sorrise lacrimando sangue d'ombra.

Fai silenzio,
vieni con me
ti porto nella mia stanza.

Sai, un giorno vidi mia madre,
di schiena mi salutava
da una finestra che ospitava un grattacielo
ed io toccai la sua ultima aria dal respiro...

Fai silenzio,
vieni con me
ti porto nel mio mondo
dove giustizio peccati mai commessi.

Sai, un giorno ti vidi
sembravi un bambino che andava a scuola
ti vidi di schiena e toccai il tuo zaino
ti rapii fra le mie corte unghie sporche
e gli spaghi che uso per il patibolo dei pupazzi

Hanno cicatrici, sai?
La nonna ricuce ogni volta la loro testa...

Fai silenzio,
vieni con me
ti porto nel mio mondo

Vuoi esser mio amico?

Ti farò usare fili di bambole e lame
di patiboli costruiti in silenzi
che i fantasmi gridano
quando vedono la mia ironia
spezzata a metà come fiore mai nato
Ti farò nascondere sotto il mio letto
e ruberò ogni tua parola
Metterò un cerotto sulle tue labbra pallide
e ti farò giocare nascosto sotto il mio letto

Vuoi diventare mio amico?

Sai, una volta vidi il vuoto
camminare sotto i miei piedi
e sentii urla che diventarono sorde.

Toccala, tocca la mia anima,
sentirai che io non sono viva...

Tocca, la mia sola e unica luce,
la sentirai fredda come fiume che scorre sotto la pioggia.

Fai silenzio:
i fantasmi a quest'ora cercano cibo...
Ossa che sgranocchiano zanne
e tappeti sbattuti come donne
rubate d'anima e corpo

Non respirare...

"Vuoi diventare uno delle mie bambole?"





Giorgia Spurio 07/12/2009 13:17| 11| 7245

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«...perché ci son incubi nella vita che un bambino non deve mai vedere né vivere.»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«I bambini sono delle anime pure che non dovrebbero drammaticamente entrare nel mondo degli adulti... Infinitamente bella!»
Club ScrivereLaura Sensoli (15/03/2011) Modifica questo commento

«versi che trasmettono solo il gelo... ed un'ira sorda sconvolge dentro fino in fondo... non si sfiorano i piccoli angeli... il solo pensiero del terrore che possano provare sconvolge... poesia cruda e possente, ma d'immensa umanità. Apprezzata!»
Club ScrivereRasimaco (08/12/2009) Modifica questo commento

«Una razza che distrugge il proprio futuro è destinata a scomparire.
Ma la razza umana è fatta di 6 miliardi di bipedi che cominciano a ragionare secondo i conceti dei grandi numeri e non considerano più la singola person.»
Azar Rudif (08/12/2009) Modifica questo commento

«Cara Giorgia... ti dico solo che mi hai colpito in pieno petto, essendo stata io stessa, da bambina, la protagonista della tua Poesia, che tu hai così mirabilmente descritto. Non ho da aggiungere altro, visto che hai descritto così bene tu che è superfluo aggiungere dell'altro, sarebbero solo parole in più che sciuperebbero il tuo componimento, questo per quanto riguarda la mia opinione, naturalmente, serve solo di leggere con gli occhi interiori per carpire un mondo fatto di terrore, gelo, morte interiore di quei poveri Angeli a cui vengono strappate le ali fin da piccoli.
Mi inchino a te, alla tua sensibilità, alla tua padronanza nel saper così ben disegnare i contorni di qualsiasi cosa il tuo Cuore, la tua Anima sentano di scrivere.»
RaggiodiSole (07/12/2009) Modifica questo commento

«Poesia davvero bella, una storia da raccontare e rileggere. Questa autrice è sempre originale, perché ha talento, e il talento non s'impara. O c'è, o niente. Rimango ammirato, di fronte alle sue poesie.»
Salvatore Ferranti (07/12/2009) Modifica questo commento

«Giorgia hai superato te stessa!
Superba, meravigliosamente dolorosa questa tua lirica
Fanno male questi versi, graffiano l'anima e s'interroga Dio
Versi mirabilmente scritti, di una profondità tale che gli occhi del lettore non si stancano di leggere e rileggere 100, 1000 volte
in questa poesia c'è tanto, tantissimo amore da parte tua che sembra voler coprire quei bimbi per srapparli da morte mentale, da artigli affilati unti e sporchi che stanno per recidere l'infanzia per poi cucire la vecchiaia...
l'avrei inserita in rime scelte
Applausi, Giorgia, da questo grande teatro e da tutti i bimbi del mondo che ti ringraziano per avergli dedicato questa poesia ed il tuo cuore
Immensamente piaciuta ed apprezzata oltre che condivisa»
Club ScrivereRosy Marchettini (07/12/2009) Modifica questo commento

«Molto difficile da interpretare, ciò che percepisco è un distacco. Da amicizie, familiari, a parte la nonna che ridona equilibrio, unica figura reale tangibile. Una conquista rubata, rapita a qual ragazzo non bambino. Ma ripeto che l'analisi è complessa, ed è più semplice dire che cattura come ogni volta e non ti fa più uscire, come un limbo. Introspettivo più che sociale il tema di questa poesia. Bellissima canzone!»
El Corripio (07/12/2009) Modifica questo commento

«Tutto si respira in questa opera...
Tensione e mistero, rabbia e impotenza, in un susseguirsi di immagini che scuotono l'anima, messa di fronte ad una realtà tanto sconvolgente.
Indiscutibile la bellezza dello stile immaginifico e originale, della poetessa!»
Antonella Scamarda (07/12/2009) Modifica questo commento

«Grande riconoscimento ed infiniti plausi all'autore che denuncia questa parte di società. Banbini, il nostro futuro e la nostra vita presente, mai e poi mai andrebbero toccati. Poesia da conservare, Piaciuta ed immensamente apprezzata.»
Simone Bello (07/12/2009) Modifica questo commento

«Poesia visionaria che ci introduce al mondo privato dell'autrice, fatto di sogni spezzati. Per esserle amici bisogna conoscerlo e soffrirlo con lei. Toccante in una originale struttura.»
Clodiaf0904 (07/12/2009) Modifica questo commento

«agghiaccianti versi, sconcerto e rabbia nel pensar a certi argomenti..."fai silenzio" "vuoi diventare mio amico?" sono versi che mettono i brividi!
io mi chiedo come si possa avere il coraggio e la crudeltà di compiere certe azioni... possibile che la coscienza non parli a certe persone?
da conservare e rileggere, e magari farla leggere anche ad altri, perché questo grido lo DOBBIAMO fare tutti! giù le mani dai bambini!»
DarioC 85 (07/12/2009) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Sociale
Sangue e Latte
Piaghe tra le unghie spezzate
La forza di non temere
Dove i bambini si nascondono
Come il mare le sue dita
Le ombre delle piramidi
Tu sei qui
Ricucita di Juta
Ladro di fiabe
29 giugno 2013
Esplode
Non solo bambini, ma piccoli messia
Il silenzio è un rosario fra le mani delle donne
La stagione delle piogge
Dentro, nella mia mente da bambino
I bambini dello sbarco
Il pianto dell'Acheronte
La tratta dei bimbi
Hanno paura di me
Il gas dietro le sbarre
Se una cicatrice
Il sorriso della bestia
La bimba del carillon
I sospiri di Gea
La bara bianca
Anche se sarà in saldo la luna
Anche oltre la morte
Espiazione del buio
Child' Silence
L'urlo di una madre
Toys' tears
Malessere
Sulle ali di uno sciame

Tutte le poesie

English Poems
Rainbow's Hills
War in the Mind
Breaths... tonight
L'alluvione dei silenzi / Silence's flood
She is red / Lei è rossa
The sweet owner/La dolce padrona
Cadere con stile
Snake
Rubik' World
Young's love
Child' Silence
Toys' tears
Angels' fall / La caduta degli angeli
She flies


Le dune delle poesie
Alda, fra tracce di fumo e parole, in cerca di te
Child' Silence
Dentro, nella mia mente da bambino
E mi chiamerò Vento
Essenza
I bambini dello sbarco
La stagione delle piogge
Il funerale dei lupi
Il grembo
Al ratto degli angoli bevendo rum
Le lacrime dei ghepardi
I passi del vento


Loneliness - Electric Gothic Poems
Cuore d'uomo
Sarò la tua ladra
Il passaggio dell'angelo
Cyborg
Child' Silence
Hanno paura di me
La tratta dei bimbi
Il pianto dell'Acheronte
E mi buca la tempia
Il morso del mare
Il rogo delle sirene
Le eclissi delle lune
Senza cavi gli ascensori per l'altro mondo
L'inverno in Paradiso
La ribellione delle anime
Gli specchi rotti del cielo
Malessere
Baciandole
Il funerale dei lupi
L'ira dell'amore
L'invocazione
Succhiami
Spegnimi
Il pianoforte degli infermi
Candido silenzio
Il pozzo della memoria
Sarta del destino
Crisantemi in cancrena
Il miraggio dei folli
Io e i miei ragni
Il manicomio dei sordi obiettivi
Le mie morti
Farfalle carnivore
Solitaria vendemmia
Storpi sogni
Le piume del mare
Breaths... tonight
L'iridi bianche
Gabbia
Il sole appassito
Il bisbiglio dell'urlo
Fino agli abissi
Ad intermittenza
L'altalena delle amnesie
Il veleno delle vedove nere
Il riso delle cagne
Sogni a spirale
Il ricordo del Mare
D'incesto il bianco labiale
Voci dalla marea
La bilancia degli inferi
Il livido da baciare
La maschera della musa
The sweet owner/La dolce padrona
I miei adorabili gufi
Le pupille sepolte
Il menù della giornata
Il filo delle overdosi
Febbre
A pezzi
Scende nero il mascara della notte
L'uovo nel grembo del cielo
La marcia dei malcapitati
Le liane dell'illusione
Oltre la cieca nebbia
Le teste delle margherite
Lo stormo dei sussurri lontani
Oltre la corda
Eppure... ho dormito solo per qualche ora
E dilatami... e uccidimi il fiato
L'aria dell'ultima corda
Le siringhe dei sogni alcolizzati
Colpi a salve
La tana dei randagi
Le sue ciglia
Bianca... si tinse di vermiglio
Freddo
La troppa morte
Oscilla... sul tempo
Delirio n°5
Tra le tue piume, nere e incolore
Il presagio dei fauni
Le parole delle ombre
Spose degli angeli
Le figlie meticcie dai matrimoni sconsacrati delle fate
Nella pozione la bevuta memoria
Benvenuto al Gran Ballo!
Rapito è il neonato
L'addio delle formiche
Amore
Magnolie incatenate
La mia impronta
Il dorso del tuo silenzio
Snake
Le corde del paradiso
Il cuore violato
Baciami
La figlia che parte
Il pellegrinaggio della solitudine
Il gelo delle innocenze
La colpa dei martiri
L'Agonia della vie en rose
Le ragnatele della voce
Il proiettile
Ceri di nebbia
Il vuoto della rosa
Il compleanno degli incubi
Granuli d'aria
Le preghiere delle vergini
I miei inferi
Chimera
Disfatta
È...una promessa
L'ultimo sorso
Chiodi alle tempie
La Luna Partorita e le Lacrime di Ade
Il bacio della spia
L'angelico demone
Le ossa del paradiso
Dalla tua pelle il mio nome
La luce dei mostri
Fra unghie e palpebre
Sembianza di falena
Tra mano e ghigliottina
Pasticche
Sdentato richiamo
È del mio silenzio che devi incantarti
Se sarò statua
Al cranio dei serpenti
Feto di crisalide
Abbandonando ai profumi gli occhi
Perché le margherite non sbocciano d'inverno
La paglia in bocca
La fuga dei fantasmi
Non c'è posto nel tuo buio
Il segreto di Persefone
Fuggitiva nell'ombra della rubata fuga
Evanescenza
In ogni angolo
La costola del sole
Frizione -Freno-
Il filo dell'eterno
Nel cappotto di scotch e umida nebbia
Giustizia, il mio nome era Dike


Sorte
War in the Mind
7 anni
Il gas dietro le sbarre
Il pianto dell'Acheronte
Il ventre del pensiero
Un lutto senza colore
I bambini dello sbarco
Hanno paura di me
La marcia dei malcapitati
Addio Morte
Alda, fra tracce di fumo e parole, in cerca di te
Allo sfiorire dell'alba
Amore
Amami contro ogni infedele chiacchiera
Anche oltre la morte
Anche se sarà in saldo la luna
Baciandole
Il giogo
Il pianoforte degli infermi
Bruciava, inondando le strade
Baciami
Bianca... si tinse di vermiglio
Ceri di nebbia
Child' Silence
Chimera
Ciao, Antonio
Delirio n°5
Espiazione del buio
Disfatta
E dilatami... e uccidimi il fiato
È la rabbia
E mi chiamerò Vento
Ed a te vado sospirando
Ed io cado qui
Foglie d'inverno
Frizione -Freno-
Fuggitiva nell'ombra della rubata fuga
Fumo sulle piume di brina
Gli specchi rotti del cielo
I ciclamini dimenticati
I papaveri in via del cielo
I sospiri di Gea
Ignari i bimbi fra petali viola
Il bimbo delle foglie d'autunno
Il bacio immobile dei petali
Il compleanno degli incubi
Il cuore violato
Il filo delle overdosi
Il funerale dei lupi
Il gelo delle innocenze
Il Lago all'orizzonte
Il manicomio dei sordi obiettivi
Il pavimento dei sogni scalzi
Il pellegrinaggio della solitudine
Il presagio dei fauni
Il profumo di lei
Il proiettile
Il rogo delle sirene
Il vuoto della rosa
Il veleno degli sposi
Il tuo equilibrista
Il sole appassito
Il segreto di Persefone
Il serpente di Minosse
Il sorriso della bestia
Il menù della giornata
Io e i miei ragni
In ogni angolo
L'addio delle formiche
L'Agonia della vie en rose
L'alluvione dei silenzi / Silence's flood
L'angelico demone
Il riso delle cagne
L'ira dell'amore
L'occhio di lince
L'ostaggio tra le falde
La Balena Bianca di nessun romanzo
L'urlo di una madre
La bara bianca
La bimba del carillon
La colpa dei martiri
La figlia che parte
La giostra stonata dei carillon
La Luna Partorita e le Lacrime di Ade
La luce dei mostri
La mia impronta
La sommossa delle bocche imbavagliate
La tana dei randagi
La tomba dei pescatori
La tratta dei bimbi
Le teste delle margherite
Le culle degli angeli
Le figlie meticcie dai matrimoni sconsacrati delle fate
Le mie morti
Le preghiere delle vergini
Le mie ultime lacrime
Le parole delle ombre
Le pupille sepolte
Le ragnatele della voce
Le rose, non dimenticarle, così lei diceva
Le siringhe dei sogni alcolizzati
Lebbra d'amore
Lucertola
Lui, che era suo padre
Madre mai nata
Malessere
Mutilato
Nel cappotto di scotch e umida nebbia
Odio la mia impotenza
Oggi piove
Oltre i deliri... la curva dei delfini
Oscilla... sul tempo
Oltre la corda
Pasticche
Pensieri di un caduto: attentato alla speranza
Perché io... ero azzurra
Per ricordare lei
Perché le margherite non sbocciano d'inverno
Profumo di latte
Qui non c'è deserto
Rainbow's Hills
Rapito è il neonato
Rintocchi d'orologi
Sarta del destino
Sembianza di falena
Senza cavi gli ascensori per l'altro mondo
Spegnimi
Sorridetemi
Spose degli angeli




Premio Scrivere 2010
Il silenzio delle parole Poesia d'amore sul tema (Tu che mi ascolti)
Bucando le bufere del gelo Giovanni Paolo II ( Karol Wojtyla) (Ricco non è colui che possiede, ma colui che dà, colui che è capace di dare.)
Il vuoto della rosa Violenza sulle donne

Giorgia Spurio
 I suoi 4 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La voce ingoiata (25/08/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010)

Il racconto più letto:
 
Ali distratte di un Icaro suicida (10/09/2010, 1340 letture)


 Le poesie di Giorgia Spurio



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it